QUERELATO CONSIGLIERE FIALS DELL’OPI DI MILANO – Ha dichiarato nel proprio curriculum un Maste

È facile apparire grandi studiosi e appassionati delle materie giuridiche in ambito infermieristico; più difficile è studiarle davvero.

Così un consigliere dell’OPI di Milano nonché segretario FIALS, si è ammantato di cultura e sapienza da vendere nel Consiglio Direttivo dell’Ordine, autocelebrandosi masterizzato in Diritto Contrattuale dell’infermiere. In questo modo chi meglio di lui poteva essere chiamato a “consigliare” l’Ordine sulle questioni che attengono i rapporti di lavoro della figura infermieristica?

Peccato che il Master non esiste!

Ma il fondo non l’ha toccato dichiarando in un curriculum pubblicato sul sito ufficiale dell’OPI di Milano di aver frequentato un Master del tutto inventato: no, l’ha toccato dichiarando che il Master è stato organizzato da noi, dall’Associazione Avvocatura Degli Infermieri .

Proprio da lui non ce l’aspettavamo. Il soggetto in questione ci odiava in maniera plateale.

Ha sparlato contro l’A.A.D.I. in lungo e in largo, fino a costringerci alla querela per diffamazione perché dichiarò, in un delirio di ingiurie, che eravamo inutili.

Da un lato, sapere che un nostro così acerrimo nemico, in fondo in fondo, ci stimi e che ci abbia scelto per falsificare un Master ci lusinga, però dobbiamo anche tutelare la nostra immagine. Abbiamo quindi chiesto alla procura di Milano di farci sapere se la pubblicazione di un dato ingannevole appartenente ad un membro dell’OPI di Milano (si ricordi che l’OPI è un ente dotato di personalità giuridica non economica – Legge n. 3/2018) costituisca reato, oppure sia lecito gareggiare per chi la spari più grossa.

Quello che però ci chiediamo e come faccia un sindacato serio ed affidabile come la FIALS ad avere un simile ciarlatano tra i propri segretari.